Illustra l’esperienza di Oersted. A quali conclusioni permette di giungere?

L’esperienza di Oersted permette di evidenziare sperimentalmente il legame tra fenomeni elettrici e magnetici. Il fisico Oersted, nella prima metà dell’Ottocento, osservò che se si pone un filo conduttore in prossimità di un ago magnetico e si fa fluire corrente elettrica all’interno del filo, l’ago magnetico inizia a ruotare in modo da disporsi perpendicolarmente al filo stesso. Questa esperienza dimostra quindi che una corrente elettrica genera un campo magnetico il quale esercita un’azione sull’ago magnetico. Le linee di forza del campo magnetico sono circonferenze poste in un piano perpendicolare al filo e con il centro sul filo stesso; il verso del campo magnetico si ottiene utilizzando la regola della mano destra: puntando il pollice nel verso della corrente elettrica, le altre dita si chiudono nel verso del campo indicando così il verso del campo magnetico.
Sperimentalmente si possono evidenziare le caratteristiche delle linee di forza del campo magnetico usando della limatura di ferro posta su un cartoncino attraversato perpendicolarmente da un filo conduttore percorso da corrente. Si nota che la limatura si dispone in maniera concentrica al filo conduttore.